home > arte

Natura, Arte e Guerra

I Generali. Mostra di mostri in 17 tavole 

di Emilio Bibini

Parlare contro o ironizzare sui militari, in special modo sui "generali", in questo momento storico è decisamente fuori luogo. L'immaginario sociale dagli inizi degli anni '90, periodo in cui è stata concepita questa serie di tavole, è cambiato a favore di questi pubblici portatori della nuova "pace armata" a “basso impatto ambientale”. Come nella Grande Guerra oggi lo Stato si insedia capillarmente nella vita privata, mobilitando forze, sentimenti e immagini, contribuendo ad una grande trasformazione del mondo mentale e alla distruzione di quello ambientale (sempre dimenticata). Il nuovo progetto di cultura militare "Allenati per vita" rivolto alle scuole e presentato nel 2010 dal precedente Governo, con il benestare dei ministri La Russa e Gelmini, è un evidente segno dei tempi. Il grottesco, sia del titolo che dei contenuti dell'iniziativa, è colto ormai solo da piccolissime minoranze demodè ai margini della post-modernità. Minoranze, di cui mi ritengo parte, sostenute da un "adunco" orgoglio di diversità. D'altronde "la guerra è pace, la schiavitù è libertà, l'ignoranza è forza" (slogan che capeggia sul tetto del Ministero della Verità nel romanzo "1984" di George Orwell).

 

                               "Metamorfosi", 1992

 

 

 

Ultime esposizioni:

- 9 ottobre 2010 / Museo Teo / Spaziostudio, via Palermo, Milano

in occasione della "6a Giornata del Contemporaneo" promossa da AMACI

- dal 14 luglio al 1 settembre 2012 / Razzolando nel cortile / Bore PR

 

 

I quadri della mostra sono a disposizione per iniziative culturali e artistiche.

 

Per informazioni

Emilio Bibini

tel. 0525.79593

cell.333.4859.671

info@psichenatura.it

 

 


 

 

 

 



News_Arte 2017

 

Sabato 29 luglio

Natura e fotografia

Connessioni

mostra fotografica di Roberto Testini

 

 

 “La connessione è letteralmente la stretta unione fra due o più cose. In natura possiamo osservare svariate connessioni: le radici, i tronchi, i fusti e le foglie ne sono esempio, sono esempio di come l'acqua e l'aria si trasformino in energia e quindi vita. La globalizzazione, la morsa dell'economia, il sovrappopolamento hanno portato l'uomo a creare potenti connessioni per comunicare e produrre energia, che spesso però stonano con l'ambiente che ci ospita. Madre Terra sarà contenta del nostro lavoro?  La nostra invadenza quanti danni ha creato e quanti ne sta continuamente creando. L'uomo si “connette”, ma la Terra non regge lo scempio e piange, urla, imprecando pietà”. (Roberto Testini)  

 

con proiezione del  video diatape

di Roberto Testini

Teatro Natura

“Ho immaginato il sole come un enorme riflettore che punta la sua luce sul “palco del teatro foresta” dando così vita ai suoi attori, gli elementi naturali che vi abitano.” (Roberto Testini)

 

Roberto Testini

1979, milanese, si interessa di fotografia e in particolar modo di  reportage e street photografy dal 2010. E’ socio dello storico  Gruppo Fotoamatori Sestesi GFS. Fra i suoi lavori esposti: Sogno o passione (Vigevano 2011),  Presenze (Sesto San Giovanni 2012), il Rugby a modo mio (Sesto San Giovanni 2014), Barabba’s Clown (progetto selezionato dalla FIAF in occasione di “Tanto per Tutti”, Sesto San Giovanni 2016), Connessioni (Sesto San Giovanni e Cinisello Balsamo 2017).

 

In mostra tutti i sabati

dal 29 luglio al 26 agosto  

dalle ore 17.00 alle ore 20.00

Inaugurazione e conversazione

con l’autore

a cura di Emilio Bibini

 

.......................................................................

Arte 2016

 

 

Natura e Parole
Parole ispirate

da una montagna

 

 

mostra fotografica di parole
a cura di Emilio Bibini,

da una idea di Gianluca Bonazzi

 

In cima a una particolare e unica montagna appenninica, in un incavo, vi è una piccola cassa che contiene diari che raccolgono parole, pensieri, disegni di coloro che ne hanno raggiunto la vetta. Diari ormai consumati dal tempo, ingialliti, bagnati, spesso ammuffiti, ma che mantengono vivi ricordi ed emozioni. Li abbiamo rapiti per poco, per tramutare molte pagine scritte in immagini e lasciare così che parole, pensieri e disegni parlino anche a coloro che non l'hanno vissuta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Amber Web design